SHARE


Weekend estivo calabrese con mari che iniziano a essere adatti ai primi bagni...[DATI & MAPPE DELLE TEMPERATURE DEI MARI]

a cura di Fabio Zimbo

Grazie all'anticiclone africano, ci apprestiamo a vivere una domenica con tempo estivo, come riportato nel nostro articolo di aggiornamento quotidiano, consultabile cliccando qui.

A qualcuno potrebbe, pertanto, solleticare l'idea di un primo bagno di stagione. Le temperature delle acque marine superficiali sono adatte a questo desiderio?

Proviamo a rispondere a tale domanda mostrando la mappa di temperatura dei bacini ionici e tirrenici calabresi come rilevate dai satelliti (mediante osservazioni all'"infrarosso termico" notturne, quando cioè, i radiometri della sensoristica satellitare rilevano solo l'energia "termica" irradiata dai mari, cioè quella parte dell'energia che ciascun corpo nell'universo emette per il solo fatto di avere una temperatura superiore a quella assoluta, senza il contributo dell'energia riflessa solare) e riportata nell'ambito del progetto europeo Copernicus:

 

Come si può osservare le temperature superficiali delle acque marine calabresi in alcuni casi superano di gran lunga i 21°, sfiorando i 22° sullo Ionio cosentino. Notevoli, visto il periodo, anche i 21° dello Ionio crotonese e i 21,2° dell'alto Tirreno cosentino. Altrove la temperatura delle acque superficiali marine si attesta intorno ai 20°, con valori inferiori, intorno ai 19°, solo nello Stretto di Messina. 

Ricordiamo che la temperatura ottimale delle acque di balneazione, pur variando a seconda dell'età, dell'attività svolta e della provenienza territoriale (è ovvio che uno scandinàvo troverà confortevole una temperatura molto più bassa di quella di un calabrese) dovrebbe attestarsi a circa dieci gradi in meno rispetto a quella corporea: quindi a partire dai 23°/24°.

Possiamo quindi dire che ancora non siamo alla temperatura ottimale ma, soprattutto sullo Ionio cosentino, ci stiamo avvicinando a grandi passi!

Nel prosieguo mostriamo anche la mappa delle anomalie termiche, cioè lo scostamento rispetto a quella che dovrebbe essere la media del periodo: come si vede i mari in ogni caso risultano molto caldi, rispetto alla norma, con scostamenti addirittura di +3° sullo Ionio cosentino; altrove prevale la presenza di acque più calde rispetto alle medie del periodo di 1°- 2°. Quasi in media solo lo Stretto di Messina.



del: 26-05-2018 - Tags: temperatura, mare, tirreno, ionio, rilevazione, satellitare, infrarosso, copernicus, caldo, anomalia, termica, maggio, calabria, 2018, balneazione