SHARE


Venerdì di pesante maltempo sulla Calabria: i dettagli

a cura di Fabio Zimbo

 

Ormai da giorni staziona sul bacino occidentale del Mediterraneo, per intenderci tra la Sardegna e le Baleari, una massa d'aria instabile caratterizzata da valori medio-bassi di geopotenziale a 500 hPa e ricolma d'aria fredda in alta quota (a circa 5360 m slm abbiamo -30°) che, nell'ambito delle sue dinamiche, ha provocato la formazione di minimi di bassa pressione al suolo che hanno influenzato il tempo calabrese apportando piogge sparse e anche leggere nevicate sui monti oltre i 1100/1200 m slm.

Domani, venerdì 23 febbraio, tale massa d'aria tenderà a formare un altro minimo depressionario nell'entroterra libico che poi, nella mattinata tenderà a traslare velocemente verso nord, sino a giungere nel pomeriggio, col suo minimo di 996 hPa, sul basso Tirreno, quindi proprio di fronte le coste tirreniche calabresi. In seguito ruoterà il suo asse verso sulla direttrice nordovest-sudest per poi traslare nella mattinata di sabato verso la Grecia.

 

Effetti sul tempo della Calabria

A partire dal pomeriggio di domani, venerdì 23 febbraio, piogge intense interesseranno, dal reggino in estensione verso nord, un po' tutta la regione. Ovviamente, data la particolare posizione del minimo, il quale tenderà a far affluire sulla nostra regione intensi e umidi venti di scirocco, le precipitazioni dovrebbero risultare più abbondanti ed intense sui versanti ionici centro-meridionali (quindi, catanzaresi e reggine) e sul crotonese.

In particolare i massimi accumuli di pioggia dovrebbero verificarsi su versanti ionici dell'Aspromonte, su Serre Vibonesi, su area urbana catanzarese, su Sila Piccola e versanti orientali della Sila. Le precipitazioni, un po' dovunque ma in misura più frequente in tali zone, potrebbero verificarsi anche sotto forma di rovescio e/o temporale anche localmente di forte intensità. In questa fase il richiamo mite innalzerà lo zero termico a quote molto elevate (oltre i 2200 m slm) non permettendo, pertanto, nevicate se non sulle vette del Pollino.

Di seguito, ed in copertina, la mappa delle precipitazioni previste nell'arco delle 24 ore di venerdì, dal modello ad alta risoluzione WRF-EMM2 by meteocenter.it in esclusiva sulla Calabria per noi di www.meteoINcalabria.it: come si vede valori di pioggia superiori ai 50 mm in molte aree con picchi di 100 mm sui versanti sud-orientali della Sila.

A partire dalla tarda serata le precipitazioni tenderanno ad attenuarsi sul reggino, proseguendo invece sul resto della Calabria dove, comunque tenderanno ad ridursi gradualmente nel corso della notte fra venerdì e sabato. In questa fase, l'irruzione dei venti di maestrale più freschi, permetterà la comparsa di deboli nevicate a 1100/1200 m sull'Aspromonte e nevicate più abbondanti a 1400/1500 su Sila e Pollino.

Sabato mattina, invece, avremo precipitazioni residue solo sui versanti tirrenici, in attenuazione dal primo pomeriggio. Quota neve a 1300 m slm circa.

Si rammenta, infine, che il Centro Funzionale Multirischi dell'Arpacal e la Protezione Civile regionale hanno emesso, per la giornata di venerdì 23 febbraio 2018:

- un avviso di avverse condizioni meteo per precipitazioni intense, venti forti e mareggiate su tutta la Calabria;

- un livello di allertamento arancione, che significa criticità moderata per eventi di dissesto idrogeologico e idraulico e temporali diffusi su tutto il territorio regionale con pericolo per la sicurezza delle persone.

QUINDI MASSIMA PRUDENZA!



del: 22-02-2018 - Tags: maltempo, piogge, diffuse, abbondanti, intense, nubifragi, ionio, ionico, serre, vibonesi, catanzaro, aspromonte, sila, piccola, scirocco, neve, febbraio, 2018, calabria