SHARE

Toh...chi si rivede: l'anticiclone africano! Ma stavolta nessun record di caldo...

Dopo una prima metà d'agosto che ha messo a dura prova la Calabria a causa di caldo opprimente e vasti incendi che hanno devastato anche il nostro patrimonio boschivo, la tregua "meno calda" iniziata lunedì 21 sta per finire e le temperature, già da domani venerdì 25 agosto, risaliranno (seppur leggermente) sopra le medie del periodo.

A riprova di ciò, si posta di seguito la successiva figura (su cui si invita a cliccare per ingrandire), i cosiddetti "spaghetti", elaborati sulla base delle previsioni del modello numerico G.F.S. (l'"americano") e tratti dal sito www.wetterzentrale.de: essa mostra mediante la linea rossa la temperatura media del periodo alla quota di circa 1550 m slm che, in questo periodo, è di circa 15°; quella prevista (linea bianca e le altre colorate), come anticipato, va ad aumentare in maniera graduale ma costante: si passa pertanto dai +15° di oggi giovedì 24 agosto (valore in piena media) ai +18°/+19° di domenica 27 agosto (valore di +3°/4° oltre le medie del periodo), sino a un massimo di +20° dell'inizio della prossima settimana (quindi oltre le medie del periodo di circa 5°).

Tale aumento del campo termico è da ricercarsi in una nuova espansione, verso l'Italia e i Balcani, del famigerato anticiclone africano, favorito anche dal contemporaneo rilascio, sull'Oceano Atlantico sino a largo della penisola Iberica, di una goccia di aria fredda in quota che, a partire da sabato, si distaccherà dal flusso polare principale il quale tenderà, sin dal weekend, a scorrere nuovamente alle alte latitudini, lasciando pertanto ancora a secco delle preziose piogge, quasi l'intera penisola italiana e la nostra regione. Si clicchi a tal uopo la mappa dei geopotenziali a 500 hPa (in copertina) come prevista per sabato 26 agosto dal modello MC-EMM10 by meteocenter.it per noi di www.meteoincalabria.it.

Questa volta però, come anticipato sin da subito (proprio per evitare l'ingenerarsi di ansie ingiustificate), apporteranno sì un aumento delle temperature ma senza il raggiungimento di quei valori mostruosi della prima parte d'agosto: insomma, nei prossimi giorni assisteremo ad una nuova ondata di aria calda ma di intensità tra il debole e il moderato. 

Le temperature nel weekend, per intenderci, raggiungeranno nelle zone interne vallive (non influenzate dalle brezze marine, come la valle del Crati, in cui ricade Cosenza, e le zone interne del Marchesato crotonese) valori di picco che non dovrebbero superare i +33°/+35°, mentre molto meno calde (ma, lo ribadiamo sempre, più umide) saranno le zone litoranee con temperature massime anche sotto i 30° grazie all'azione delle brezze marine.

Per finire segnaliamo che il tempo sarà sereno o poco nuvoloso ovunque, con mari calmi o al più poco mossi.

In ogni caso rimandiamo ai prossimi aggiornamenti per maggiori dettagli, sempre su www.meteoINcalabria.it


del: 24-08-2017 - Tags: anticiclone, africano, goccia, aria, fredda, quota, caldo, spaghetti, gfs, calabria, caldo, cosenza, valle, crati, marchesato, brezze, marine, agosto, 2017