SHARE


Resoconto climatico di AGOSTO 2018 in Calabria: battuti RECORD DI PIOGGIA!

a cura di Fabio Zimbo

 

ECCOCI NUOVAMENTE CON I NOSTRI RESOCONTI CLIMATICI DEI CAPOLUOGHI DI PROVINCIA CALABRESI...

Sulla base dei dati del Centro Funzionale Multirischi della Calabria, analizziamo, pertanto, l'andamento climatico del mese di AGOSTO 2018.

 

1. INIZIAMO CON L'ANALIZZARE L'ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE...  

...fornendo per ogni città i valori medi mensili delle minime, delle medie e delle massime:

Città Temp. Minima Temp. Media Temp. Massima
Cosenza +17,6° +23,3° +31,1°
Crotone +23,6° +26,6° +29,7°
Catanzaro +21,4° +24,9° +29,6°
Vibo Valentia +20,0° +23,0° +26,9°
Reggio Calabria +23,9° +26,7° +30,5°

 

 

1.1 Escursioni termiche

Come si può notare la più grande escursione termica spetta sempre alla città di Cosenza (14,1° di differenza tra le medie delle massime e delle minime) che presenta, come usuale, la media minime più bassa +17,6° ed anche la media massime più alta con +31,1° nel suo perfetto comportamento "continentale".

La città con la più bassa escursione termica, invece, è risultata Crotone con soli 6,1° di differenza tra le medie di minime e massime grazie all'azione mitigatrice del mare.

 

1.2 Massime e minime assolute

La massima assoluta del mese è stata di +35° registrata il 10 agosto a Cosenza. La minima assoluta è stata di +14,1° sempre a Cosenza il 28 agosto (per vedere le massime e minime assolute di agosto 2018 per ogni capoluogo si veda la figura successiva).

 

 

1.3 Le città più fredde e calde

Se analizziamo i valori medi abbiamo che: le città capoluogo più calde sono risultate Reggio Calabria (+26,7°) e Crotone (+26,6°).

La città più fredda è risultata Vibo Valentia con +23,0° seguita da Cosenza con +23,3° e Catanzaro, ma distanziato, con +24,9° (per vedere le temperature medie di agosto 2018 per ogni capoluogo vedi figura successiva). 

 

1.4 Anomalie di temperatura

Vediamo adesso quanto questi valori si discostano dalle medie del periodo.

Ebbene, analizzando i dati forniti sempre dal Centro Funzionale Mutlirischi della Calabria, per il ventennio 1987-2006, per il mese di AGOSTO, vediamo che le temperature medie e le relative anomalie del 2018 sono:

 

Città

Media di agosto

nel periodo 1987-2006

Anomalia termica di agosto 2018
Cosenza +25,5° - 2,2°
Crotone +26,4° + 0,2°
Catanzaro +25,1° - 0,2°
Vibo Valentia (*) +23,3° - 0,3°
Reggio Calabria +27,6° - 0,9°

 

(*) relativa al periodo 2000-2015

 

Per vedere su carta le anomalie termiche di AGOSTO 2018 per ogni capoluogo vedi figura successiva).

 

2. ANALIZZIAMO ORA LE PIOGGE...

...fornendo per ogni città i valori mensili di pioggia e il numero di giorni piovosi:

Città Pioggia mensile [mm]

N° giorni di pioggia

(giorni con pioggia giornaliera  0,2 mm)

Cosenza 137,4 14
Crotone          27,6 4
Catanzaro 116,2 12
Vibo Valentia  62,6 11
Reggio                     Calabria 81,6 6

 

Dati rappresentati in figura successiva.

 

2.1 Anomalie di pioggia

Le medie del periodo 1987-2006 (in questo caso è possibile analizzare anche i dati della città di Vibo Valentia) e le relative anomalie, risultano, invece (vedi fig. successiva):

 

Città

Media di precipitazioni

(agosto)

[mm]

Anomalia di precipitazione 

(agosto 2018)

[mm]

Anomalia di precipitazione

(agosto 2018)

rispetto alla media 

Cosenza 27,8 + 109,6 + 394%
Crotone 12 + 15,6 + 130%
Catanzaro 34,8 + 81,4 + 234%
Vibo Valentia 32,3 + 30,3 + 94%
Reggio Calabria 9,1 + 72,5 + 797%

 

 

3. SINTESI CLIMATICA DI AGOSTO 2018 PER LE CITTA' CAPOLUOGO CALABRESI

Da un punto di vista TERMOMETRICO, agosto 2018 si presenta con piccoli scostamenti sopra la media (+0,2°) a Crotone, e sotto la media a Catanzaro e Vibo Valentia (-0,2° e -0,3° rispettivamente) mentre su Reggio Calabria (-0,9°) e soprattutto Cosenza (-2,2°) si sono registrate temperature molto al di sotto della media. 

In particolare colpisce il dato di Cosenza: un anomalo valore di temperatura media confermato in parte anche da anomalie della media delle temperature minime (-1,2°) e di quella delle massime (-1,4°). Tali risultati sono frutto di una anomalia locale causata dalla straordinaria frequenza con cui, sulla città bruzia, si sono verificati i temporali pomeridiani in agosto: temporali che, in alcuni casi, sono stati anche di notevole violenza e intensità; tali fenomeni instabili che , lo si ricorda si sono verificati quasi sempre nel primo pomeriggio, sono stati capaci di influenzare poco i valori delle temperature minime e massime (visto che di notte e sino a tarda mattinata il cielo è stato quasi sempre sereno o poco nuvoloso), ma che son riusciti ad abbassare notevolmente quelle medie del giorno, grazie allo scaricamento di aria fredda dall'alto durante i fenomeni stessi.

 

Anche i dati di temperatura globali riferite alla parte bassa della troposfera (Low Level Troposphere - LLT), mostrati di seguito e basati su osservazioni satellitari allo spettro delle microonde (progetto Global Temperature Report dell'Università dell'Alabama), confermano le nostre analisi mostrando proprio anomalie dell'ordine di -0,5° sulla Calabria (area colorata di celeste).

A livello europeo, invece, si notino le vaste aree con temperature al di sopra della media (+0,5°/+1,5°) e di sostanziale media sul resto d'Italia.

 

Passiamo, infine ai dati di PIOGGIA i quali mostrano un mese piovoso ovunque, ma con alcune differenze: mentre per Vibo Valentia (+94%) Crotone (+130%) il mese può essere definito semplicemente piovoso, per gli altri tre capoluoghi il mese di agosto 2018 è stato sicuramente eccezionalmente piovoso,  visto che per Catanzaro, con 116,2 mm si tratta del 4° mese più piovoso da quando si registrano i dati di pioggia (al primo posto c'è l'agosto 2002 con 162,8 mm, al secondo posto il 1995 con 154,8 mm e al terzo il 1969 con 123,4 mm), mentre per Reggio Calabria e Cosenza si tratta del mese di agosto più piovoso da quando si registrano i dati di pioggia (cioè dagli anni '20 del secolo scorso)! 

In particolare a Reggio Calabria son caduti 81,6 mm, un quantitativo 8 volte superiore a quello che dovrebbe normalmente registrarsi nel mese di agosto (il secondo mese d'agosto più piovoso è del 1949 con 75,4 mm), caduto quasi per intero (ben 67,6 mm) nel nubifragio del 22 agosto che ha provocato allagamenti e danni (vedi foto di Antonio Saccà).

Ancora più eclatante il dato di Cosenza, dove si sono registrati ben 137,4 mm, anche qui record assoluto (seguono agosto 1929 con 126,4 mm e agosto 1955 con 93,4 mm): un dato esagerato, pari a circa 4 volte il quantitativo d'acqua che sarebbe dovuto cadere "mediamente" nel mese di agosto. Un dato causato dalla straordinaria frequenza (ben 14 giorni piovosi!) con cui si sono verificati temporali pomeridiani che in alcuni casi hanno assunto violenza e intensità inusuali per il capoluogo bruzio (non abituato a fenomeni così intensi), spesse volte grandinigeni, in alcuni casi sotto forma di nubifragio e con violente raffiche di vento causate da numerosi DOWNBURST (si veda il nostro articolo dell'epoca sulle possibili cause di quest'estate così anomala sulla valle del Crati). 

E si consideri che Cosenza città non è di certo risultata la località più colpita della Valle del Crati! L'area maggiormente interessata dai violenti rovesci è stata, invece, la media valle del Crati, da Rende a Torano per intenderci, come confermato anche dall'incredibile quantitativo di pioggia complessivamente cumulato sulla stazione della rete di meteoINcalabria.it posta a Cancello Magdalone di Rende: ben 205,8 mm con 18 giorni piovosi!!!

 

Foto in copertina di Felice Ceravolo



del: 11-09-2018 - Tags: clima, AGOSTO, 2018, anomalie, termiche, pluviometriche, media, capoluogo, città, calabresi, cosenza, catanzaro, crotone, reggio, calabria, vibo, valentia, piovoso, fresco