SHARE

Nuove conferme: la prossima sarà una settimana MOLTO CALDA!

Ebbene sì, ormai lo scenario sembra definitivamente delineato: la prossima settimana, quella che inizierà lunedì 26 giugno, sarà calda, in alcuni momenti forse caldissima, come confermato dal grafico seguente, i cosiddetti "spaghi", che forniscono il previsto andamento della temperatura sulla Calabria, alla quota isobarica di 850 hPa cioè circa 1530 m slm (fonte: www.wetterzentrale.de) a partire da oggi sino al 9 luglio (modello statunitense GFS). 

La linea rossa rappresenta l'andamento della temperatura "normale" in questo periodo: come si vede essa oscilla intorno ai 15° (ribadiamo: a 1530 m slm) o poco al di sopra.

Le linee colorate rappresentano i differenti scenari previsti: come si vede all'inizio (a sinistra) tali linee sono tutte molto vicine: ciò significa che la previsione fornita è molto affidabile. Man mano che ci spostiamo veso destra (cioè man mano che consideriamo previsioni a lungo termine) le linee si allontanano una dall'altra...cioè le previsioni non sono più affidabili.

Ma ritorniamo alla prossima settimana, cioè concentriamoci sul periodo 28-30 giugno, indicato in figura da verticali gialle: come si vede le linee di previsione sono ben vicine, quindi lo scenario previsto è affidabile ed indica che, in quei giorni, si potrebbero toccare in Calabria picchi compresi tra +22° e +24° a 1500 m slm, come si vede più alte anche di +7°/+9° rispetto ai valori medi del periodo: quindi uno scenario davvero di caldo intenso!

 

Questa ondata di calore sarà provocata dall'affondamento di una saccatura atlantica su Gran Bretagna e Francia (alimentata da aria polare marittima) che provocherà la formazione di una vasta area di bassa pressione sull'Europa centrale la quale, a sua volta, richiamerà un intenso flusso di aria calda di origine sahariana (aria subtropicale continentale) che, da sud-ovest, investirà la nostra regione generando i valori di temperatura molto alti di cui abbiamo detto in precedenza (si veda la figura successiva tratta da www.meteociel.fr).

 

Ma quali potrebbero essere gli effetti sulla Calabria?

Da oggi e sino a martedì 27 giugno si assisterà a un graduale aumento delle temperature che, da massime dell'ordine dei 34°/35° per domenica 25 giugno, giungeranno a toccare i 36°/38° della giornata di martedì: è da dire che tali valori potrebbero essere raggiunti soprattutto nelle zone interne vallive e dei versanti ionici; i versanti tirrenici saranno un po' meno caldi grazie all'azione "stemperante" di deboli venti da nord-ovest che genereranno anche un po' di innocua nuvolosità bassa.

Poi, però, per mercoledì 28 e giovedì 29 giugno, il previsto arrivo dell'ondata di caldo sahariano provocherà un ulteriore impennata delle temperature che, nelle zone interne vallive della Calabria (valle del Crati, piana di Sibari, valle del Mesima, Marchesato crotonese) potrebbero toccare valori massimi intorno ai 40°/41°!

 

Quando terminerebbe questa ondata di caldo?

Qui entriamo nel campo delle previsioni non affidabili, visto che superiamo i canonici 3/5 giorni di target, quindi quella che stiamo per stilare deve essere presa solo come una "linea di tendenza" suscettibile anche di grossi cambiamenti.

In particolare vediamo che da venerdì 30 giugno, sulla nostra regione dovrebbe incominciare il calo termico con valori che, comunque, rimarrebbero ancora al di sopra della media, prima di una possibile decisa rinfrescata prevista per sabato 1 luglio, come mostrato dal grafico degli "spaghi" riportato all'inizio dell'articolo: le differenti linee colorate tendono, in media (linea bianca), ad abbassarsi, ma in maniera caotica, ognuna con un proprio percorso, diverso da quello delle altre: vuol dire, semplicemente, che a 7 giorni la natura non si può prevedere. 

E che quindi, per sapere se davvero la rinfrescata interesserà o meno la Calabria, dovremo aspettare ancora qualche giorno, in paziente attesa dei nostri nuovi aggiornamenti sempre su www.meteoincalabria.it!


del: 24-06-2017 - Tags: caldo, africano, subtropicale, continentale, polare, marittima, sahara, 40°, calabria, giugno, 2017