SHARE


Meteo weekend: ancora instabilità diffusa nella giornata di sabato.

a cura di Eugenio Filice

La penisola Iberica continua ad essere interessata da un'intensa ondata di caldo che causa la rimonta un promontorio anticiclonico di matrice africana: infatti in alcune località portoghesi le temperature hanno raggiunto picchi notevoli (vicini ai 43°). 

Sulla nostra regione, invece, posta proprio lungo il bordo orientale del suddetto anticiclone, continuano ad affluire correnti più fresche in quota proveniente dai Balcani che stanno favorendo una moderata a tratti forte instabilità pomeridiana.


Sabato cielo da poco nuvoloso a parzialmente nuvoloso ovunque con possibili rovesci che potrebbero interessare il basso Ionio cosentino e alto ionio crotonese, così come il golfo di Lamezia, nelle prime ore del giorno; nel corso della giornata aumento della nuvolosità di tipo cumuliforme sulle aree montuose con piogge sparse e temporali che localmente potrebbero essere anche di forte intensità su Pollino, Sila, Catena Costiera Reventino, Serre e Aspromonte in estensione su valle del Crati, valle del Savuto, lametino, area urbana catanzarese, costa degli dei, costa viola, costa dei gelsomini e costa degli aranci. Temperature in ulteriore lieve calo.

 

Domenica cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso ovunque e possibili acquazzoni che potrebbero interessare il basso ionio reggino nelle prime ore della giornata; nel corso della giornata aumento della nuvolosità di tipo cumuliforme sulle aree montuose con possibili piogge a carattere di rovescio su Pollino, Sila, Reventino, e in misura minore su Serre e Aspromonte. Possibili sconfinamenti di breve durata su valle del Crati, valle del Savuto, basso tirreno cosentino e presila catanzarese. Temperature in leggero rialzo.

 

Mari & Venti

Sabato mari generalmente poco mossi con venti che spireranno a regime di brezza sul mar Tirreno e deboli di direzione settentrionale sul mar Ionio.

 

Domenica mari generalmente poco mossi con venti a regime di brezza.

 

Foto di Alessandro Pecoraro



del: 03-08-2018 - Tags: correnti, fresche, Balcani, instabilità, pomeridiana, promontorio