SHARE

Mercoledì con piogge sparse e primi fiocchi di neve sui monti. Giovedì miglioramento.

a cura di Eugenio Filice e Fabio Zimbo

 

Nelle prossime ore la depressione che ha causato il deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche ed il calo delle temperature sull'Italia, in particolar modo sul centro-nord, favorendo il ritorno della neve sulle Alpi e Appenino a quote relativamente basse visto il periodo, inizierà a traslare verso est, e nella giornata di mercoledì, seppur perdendo lentamente energia, continuerà a favorire una moderata instabilità che interesserà maggiormente i versanti tirrenici della nostra regione, provocando un ulteriore leggero calo delle temperature. 

 

In particolare vediamo che nella notte fra martedì e mercoledì vi sarà il passaggio del nucleo più freddo della saccatura con valori di temperature di -24°/-25° alla superficie isobarica di 500 hPa (circa 5560 m slm - vedi immagini di copertina su cui vi inviatiamo a cliccare per ingrandire) e un moderato abbassamento della tropopausa dinamica che si assesterà sui 7000 m slm: situazione che favorirà lo sviluppo di temporali che dal basso Tirreno andranno a interessare i versanti tirrenici: tali temporali saranno capaci quindi di riversare, tramite i downdraft (i venti di discesa che accompagnano le precipitazioni in un'area temporalesca) l'aria fredda suddetta anche a quote più basse, permettendo, quindi, la comparsa della neve sul Pollino e Altipiano silano a quote superiori ai 1600/1700 mt slm (meno probabile il coinvolgimento delle vette aspromontane dove l'avvezione d'aria fredda sarà meno marcato e più rapido). 

Dal nostro modello ad alta risoluzione WRF-EMM2 by meteocenter.it in esclusiva per noi di www.meteoINcalabria.it, infatti, vediamo che la quota dello zero termico, sui versanti tirrenici, Sila e Pollino, si assesterà tra i 1800 e i 2000 m slm permettendo quindi alle precipitazioni di cadere sotto forma nevosa nelle zone e alle quote suddette (vedi immagine successiva).

Si noti, infine, che un nuovo marcato peggioramento sulla nostra regione è atteso nella giornata di venerdì, causato dall'ingresso della seconda perturbazione del mese di novembre che farà il suo ingresso dal golfo del Leone sul mediterraneo centrale, ma di questo riparleremo meglio nei prossimi aggiornamenti.

 

 

Tempo previsto in dettaglio sulla Calabria

Mercoledì  cieli irregolarmente nuvolosi sui versanti tirrenici ed interni con possibili piogge anche a carattere di rovescio e/o temporale più intensi e frequenti sino al mattino; su Pollino e Altipiano silano possibili deboli nevicate oltre i 1600/1700 m slm soprattutto nella notte fra martedì e mercoledì e nelle prime ore della mattina di mercoledì; altrove cieli parzialmente nuvolosi con possibili deboli piovaschi. Come si accennava all'inizio dell'articolo, molto meno probabile il coinvolgimento delle vette dell'Aspromonte. Temperature in ulteriore leggero calo.


Giovedì cieli parzialmente nuvolosi sui versanti tirrenici ed interni dove insisterà una residua instabilità, tuttavia in esaurimento nel corso della giornata; poco o parzialmente nuvolosi altrove. Temperature in rialzo di alcuni gradi.


Mari & Venti
Mercoledì il mar Tirreno sarà molto mosso o agitato con venti che spireranno moderati dai quadranti occidentali; mar Ionio generalmente mosso ad esclusione del golfo di Corigliano che risulterà poco mosso con venti deboli di direzione meridionali.

 

Giovedì molto mosso il mar Tirreno con moto ondoso in attenuazione e venti che spireranno deboli dai settori occidentali; poco mosso il mar Ionio con venti deboli dai quadranti occidentali .


del: 07-11-2017 - Tags: depressione, peggioramento, temperature, instabilità