SHARE


L'Europa si prepara ad una grande ondata di GELO SIBERIANO

L'inverno sta per mostrare la sua parte più cruda su gran parte del continente. Da più giorni ormai si parla di riscaldamento stratosferico, di split del vortice polare ecc ecc (vedi qui)...tralasciando i tecnicismi quello che c'è da sapere è che dal prossimo fine settimana la maggior parte del territori Europei si ritroveranno letteralmente congelati!!

Masse d'aria insolitamente gelide (punte anche inferiori a -20°C a 1500m in aria libera!!) si muoveranno dalle steppe Siberiane verso l'Europa....e quando diciamo "insolitamente gelide" non è sensazionalismo ma rappresenta per filo e per segno quello che prevedono i principali centri di calcolo mondiali! Per intenderci la situazione potrà essere paragonata alle ondate gelide più famose (1956, 1985, 2012).

A questo punto i nostri lettori si chiederanno: ed in Italia quali saranno gli effetti? La Calabria sarà anch'essa colpita da questo grande gelo?

Rispondere a questa domanda, data la distanza temporale (ben oltre i 3 giorni ritenuti limite massimo per previsioni affidabili), è difficile ma possiamo iniziare a tracciare una linea di tendenza in base a ciò che i modelli matematici ipotizzano ormai da più giorni.

L'aria gelida si muoverà dalla Siberia verso ovest direzione Europa centrale. E' altamente probabile quindi che paesi come Polonia, Germania, Austria, Svizzera vivranno giorni freddissimi con temperature abbondantemente al di sotto dello zero anche in pieno giorno (non è utopistico ipotizzare valori minimi anche inferiori a -20°C).

Per quanto riguarda l'Italia ci sono alte probabilità che il gelo intenso si faccia avvertire anche su tutto il nord (Alpi e pianura padana in pole position): anche qui probabili temperature ben al di sotto dello zero con occasioni per qualche nevicata fino in pianura o sulle coste.

Situazione diversa per il sud Italia (e la Calabria) che, probabilmente, si ritroverà sulla linea di confine tra il gelo e le correnti più miti Mediterranee. Pertanto "piccole modifiche" sull'impianto generale (parliamo anche di 100/200km) potrebbero cambiare anche drasticamente le carte in tavola facendoci ritrovare sotto gelo e neve, oppure sotto correnti più miti. Serviranno ancora 2/3 giorni per sciogliere la prognosi, rimanete aggiornati.



del: 20-02-2018 - Tags: meteo, calabria, gelo, siberiano, italia, europa, ondata, freddo