SHARE


Inizia la stagione dei temporali di calore.

a cura di Eugenio Filice e Fabio Zimbo

E' in atto una rimonta anticiclonica di origine africana che tenderà a distendersi su Spagna e, in sequenza, Francia e Germania,  isolando la saccatura atlantica attualmente presente sulle Isole Baleari che si fonderà con l'altra saccatura atlantica, ubicata sulla Grecia, che ci ha interessato nella giornata di lunedì.

Il risultato sarà la formazione di una struttura chiusa (cut-off) caratterizzata da aria fredda in quota la quale, come noto, quando si sovrappone a strati bassi di aria più calda (situazione tipica in primavera/estate, quando, come in questo caso, l'irraggiamento solare riscalda il suolo e con esso gli strati d'aria al suo contatto), provoca instabilità convettiva con formazione dei cosiddetti "temporali di calore" soprattutto sulle zone montuose anche se, nei prossimi giorni, non dovrebbero mancare sconfinamenti verso le zone limitrofe pedemontane e vallive

 


Martedì cielo da poco a parzialmente nuvoloso su tutta la regione ed aumento della nuvolosità sulle aree montuose nel corso delle ore centrali, con fenomeni localmente anche a carattere di rovescio e/o temporale con possibili sconfinamenti sulle aree limitrofe pedemontane. Temperature in leggero calo.


Mercoledì cielo irregolarmente nuvoloso ovunque con possibili piogge localmente anche a carattere di rovescio e/o temporale specie nelle ore pomeridiane sulle aree montuose con sconfinamenti nelle zone limitrofe pedemontane e vallive. Temperature stazionarie.


Mari & Venti

Martedì mari generalmente mossi ad esclusione del golfo di Corigliano che risulterà poco mosso con venti che spireranno deboli di direzione occidentale sul mar Tirreno e deboli meridionali sul mar Ionio.

 

Mercoledì tutti i mari saranno generalmente poco mossi con venti deboli di direzione occidentale sul mar Tirreno e a regime di brezza sul mar Ionio.



del: 16-04-2018 - Tags: anticiclone, stabile, instabilità, margini, bordo, orientale