SHARE


Imminente peggioramento: per giovedì 28 attese piogge e nevicate diffuse sui monti! [DETTAGLI]

a cura di Fabio Zimbo

 

Siamo ormai a poche ore dal peggioramento che abbiamo delineato con l'articolo di ieri. Con questo nuovo aggiornamento possiamo confermare quanto previsto, con l'aggiunta di nuovi dettagli.

In particolare il peggioramento dovrebbe iniziare nella tarda serata di oggi, mercoledì 27 dicembre 2017, con le prime piogge, anche a carattere temporalesco, sui versanti tirrenici. In questa prima fase la neve dovrebbe cadere solo ad alta quota oltre 1500 m slm sul Pollino, oltre 1600 m slm sulla Sila, e sulle vette dell'Aspromonte.

 

Nella notte di giovedì 28 dicembre, al passaggio del fronte freddo, continueranno le piogge e i temporali che interesseranno soprattutto i versanti tirrenici e interni del cosentino e dell'alto catanzarese, con locali sconfinamenti anche su quelli ionici dove, comunque, i fenomeni dovrebbero essere di breve durata.

La quota neve dovrebbe gradualmente scendere fino ad attestarsi, al primo mattino, intorno a 1200 m slm su Pollino e Sila e 1300/1400 m slm su Aspromonte e Serre Vibonesi.

 

Durante la giornata di giovedì 28 dicembre, il maltempo dovrebbe concentrarsi soprattutto sui versanti tirrenici e interni del cosentino, ma insisterà anche su catanzarese, vibonese e reggino tirrenico settentrionale, con piogge diffuse, intermittenti, anche sotto forma di rovescio.

Altrove i cieli saranno parzialmente nuvolosi con possibilità di qualche breve ed isolato piovasco.

Continueranno le nevicate che, nel corso della giornata, giungeranno a toccare quote di bassa montagna: 800/900 m slm sul Pollino e Sila, 900/1000 m slm su Serre Vibonesi e Aspromonte (anche se su quest'ultimo monte gli accumuli dovrebbero essere modesti). Dal pomeriggio/sera, locali fioccate coreografiche, con possibilità di leggere imbiancate, anche a quote 100/200 m inferiori rispetto a quelle sopra indicate, durante i fenomeni più intensi che, come accennato prima, dovrebbero interessare soprattutto le seguenti aree: versanti occidentali di Pollino, monti dell'Orsomarso, catena costiera cosentina, Sila (versanti occidentali) e Reventino.

La mappa riportata in copertina mostra le aree interessate dalle nevicate, nell'arco delle 24 ore di giovedì 28 dicembre, come previste dal modello WRF-EMM2 by meteocenter.it in esclusiva per noi di www.meteoINcalabria.it, con una colorazione che, passando dal verde chiaro al blu, indica spessori via via maggiori: si raccomanda di non prendere alla lettera tali valori, ma di leggerli nella loro generalità: ovvero la possibilità che su molti monti calabresi, oltre le quote suddette, possano verificarsi nevicate discretamente abbondanti.  

La mappa seguente, invece, mostra gli accumuli di precipitazione sempre nell'arco delle 24 ore di giovedì 28 dicembre (si veda la legenda riportata in basso della stessa figura): sebbene tali dati vadano interpretati, come al solito, con grande prudenza, emerge, in linea generale, come il peggioramento previsto possa apportare discreti quantitativi d'acqua (superiori ai 50 mm sulle zone pedemontane e montane) soprattutto sulle aree tirreniche del cosentino, dell'alto catanzarese e e sulle Serre vibonesi.



del: 27-12-2017 - Tags: peggioramento, neve, pioggia, temporali, rovesci, piovaschi, sila, pollino, catena, costiera, cosentina, serre, vibonesi, aspromonte, calabria, 2017, dicembre