SHARE

Il peggioramento di lunedì sulla Calabria: tutti i dettagli.

a cura di Fabio Zimbo

 

Analisi della situazione 

Una poderosa irruzione di aria fredda di origine artico-marittima proprio in queste ore sta interessando l'Europa Centrale ed entro poche ore raggiungerà le Alpi provocando, oltre a un abbassamento dei geopotenziali in alta quota, la formazione sotto-vento, tra Golfo Ligure e regioni centro-settentrionali, di una bassa pressione al suolo (inizialmente di circa 990 hPa che poi però risalirà velocemente a circa 1000 hPa) che fra lunedì e martedì mattina affonderà sul mar Tirreno.

Tale bassa pressione provocherà l'irruzione del maestrale dal Golfo del Leone che sarà convogliato, tramite venti da ovest, anche sulla nostra regione (si veda immagine seguente dal modello ad alta risoluzione WRF - EMM2 by meteocenter.it per noi di www.meteoINcalabria.it) dove, pertanto, nella giornata di lunedì irromperà un fronte freddo che provocherà maltempo e abbassamento delle temperature: in particolare passeremo dai valori attuali di 10° alla superficie isobarica di 850 hPa (circa 1450 m slm) ai circa di domani alle ore 22:00

venti previsti per le ore 12:00 di lunedì 13 novembre 2017: si noti il maestrale intenso (la colorazione blu indica intensità anche di 80 km/h) dal Golfo del Leone

 

temperature a 850 hPa (cioè circa 1450 m slm) domenica alle 22:00 (sopra) e lunedì alle 22:00 (sotto).

Si noti l'abbassamento di 6°: dai 10° di domenica ai circa 4° di lunedì.

 

Previsione in dettaglio per lunedì

Sin dalla notte tra domenica e lunedì avremo un aumento della nuvolosità sparsa con possibilità di piogge intermittenti sui versanti tirrenici del cosentino, su lametino e alto vibonese

Dal pomeriggio, poi, avremo un ulteriore peggioramento a causa del passaggio del fronte freddo della perturbazione: transito che si completerà nella notte a cavallo fra lunedì e martedì. Nel pomeriggio/sera di lunedì avremo quindi piogge diffuse un po' su tutta la regione, anche se le zone più colpite dovrebbero sempre essere i versanti tirrenici e interni, oltre che il crotonese. Le precipitazioni potrebbero localmente assumere anche carattere di rovescio e/o temporale.

Imbiancate possibili sulle vette della Sila; mentre su monti dell'Orsomarso e sul Pollino le nevicate dovrebbero verificarsi nei momenti clou oltre i 1600/1700 m slm

In copertina, su cui invitiamo a cliccare per ingrandire, la mappa delle piogge previste sull'Italia dal modello ad alta risoluzione WRF EMM2 per l'intera giornata di lunedì.

 

Tendenza per martedì

Martedì i cieli si presenteranno inizialmente parzialmente nuvolosi. La possibile formazione di una bassa pressione sul mar Ionio dal primo pomeriggio dinanzi le coste siciliane potrebbe provocare un nuovo peggioramento delle condizioni meteo su tutta la Calabria anche se le zone più colpite dovrebbero essere quelle ioniche più esposte ai venti da sud-est convogliate dalla bassa pressione suddetta. Su tali zone le precipitazioni potrebbero anche assumere carattere temporalesco e non si esclude la possibilità di qualche nevicata ad alta quota sull'Aspromonte.

Ma di questo parleremo più diffusamente nei prossimi aggiornamenti.


del: 12-11-2017 - Tags: irruzione, aria, artico. marittima, bassa, pressione, piogge, fronte, freddo, maltempo, temporali, rovesci, neve, pollino, orsomarso, sila, aspromonte, novembre, 2017