SHARE

Il cambio tanto atteso: domenica sensibile calo delle temperature e locali piogge!

Come accennato nell'articolo del 28 agosto, consultabile a questo link, nel fine settimana, e in particolare nella giornata di domenica 3 settembre, la Calabria sarà interessata da una perturbazione atlantica che, finalmente, apporterà delle piogge su parte del nostro territorio.

La causa di questo peggioramento è da ricercarsi in una saccatura del vortice polare che, nel momento in cui scriviamo (la sera di giovedì 31 agosto) è ubicato sulla Gran Bretagna e la Francia settentrionale, e che nelle prossime ore tenderà a scorrere verso est abbassandosi di latitudine fino a interessare, fra sabato 2 e domenica 3 settembre, l'intera nostra penisola producendo, pertanto, un netto cambio delle condizioni meteo, con abbassamento delle temperature e ritorno delle piogge (delle nevicate sulle Alpi); il tutto accompagnato da intensi venti di maestrale che irromperanno dal Golfo del Leone ad invadere il Mediterraneo (si clicchi sulla mappa dei geopotenziali a 500 hPa in copertina, come previsti per le ore 12:00 di domenica prossima dal modello wrf mc-emm10 by meteocenter per noi di www.meteoINcalabria.it).

La nostra regione, come anticipato, sarà interessata da questo peggioramento soprattutto nella giornata di domenica, ma è da dire che i primi segnali si avvertiranno sin dal tardo pomeriggio di sabato 2 agosto quando ci aspettiamo le prime timide piogge sul Cilento (quindi a cavallo tra Campania e Basilicata), su Pollino e settori settentrionali della costa tirrenica cosentina.

Nella giornata di domenica 3 settembre, invece, il maestrale farà irruzione su tutta la regione (sotto forma di intensi venti di ponente) facendo abbassare notevolmente le temperature che si porteranno su valori anche di 5° al di sotto delle medie (si veda la figura successiva (su cui si invita a cliccare per ingrandire), i cosiddetti "spaghetti", elaborati sulla base delle previsioni del modello numerico G.F.S. (l'"americano") e tratti dal sito www.wetterzentrale.de: essa mostra con la linea rossa la temperatura media del periodo alla quota di circa 1550 m slm che è di circa 15°; quella prevista (linea bianca e le altre colorate) come anticipato è, nel momento di picco, di circa +10°). 

Si noti che l'abbassamento sui versanti ionici e in particolare sul crotonese, sarà un po' più lento e si avvertirà soprattutto dal primo pomeriggio.

L'irruzione del maestrale sarà accompagnato, pertanto, non solo da un notevole aumento del moto ondoso del mar Tirreno (che potrebbe raggiungere lo stadio di "molto mosso", con onde, cioè, tra 1,5 m e 2,5 m), ma soprattutto dal ritorno di qualche pioggia.

Le precipitazioni, dati i venti da ovest, potrebbero interessare prevalentemente i versanti tirrenici della nostra regione ed in particolare quelli centro-settentrionali. Le piogge, pertanto, oltre ai litorali tirrenici cosentini, catanzaresi e vibonesi, potrebbero interessare anche il Pollino, l'alto Ionio cosentino, la piana di Sibari, la valle del Crati, la Sila, l'istmo dei due mari e le serre vibonesi. 

Altrove non sono previste, al momento, precipitazioni significative: in ogni caso, per i dettagli delle zone che saranno interessate dalle piogge, rimandiamo ai nostri prossimi aggiornamenti sempre su www.meteoINcalabria.it.


del: 31-08-2017 - Tags: saccatura, atlantica, peggioramento, maestrale, abbassamento, temperature, piogge, moto, ondoso, molto, mosso, mar, Tirreno