SHARE


Breve irruzione d'aria fredda sulla Calabria a partire da lunedì: piogge sparse e ritorno della neve sui monti.

a cura di Fabio Zimbo

Si sciolgono le riserve: la Calabria a partire da lunedì vivrà una breve parentesi fredda a causa del sopraggiungere di una massa d'aria di origine artica che attualmente sta interessando la Scandinavia e la Gran Bretagna, e che nella giornata di domenica irromperà sul bacino del Mediterraneo provocando, come spesso accade in queste situazioni, la formazione di una bassa pressione al suolo sottovento alle Alpi, precisamente sul golfo Ligure, che poi scivolerà verso sud situandosi, lunedì mattina, sull'Adriatico meridionale da dove, quindi, riuscirà ad influenzare il tempo calabrese apportando un moderato maltempo

Diamo qualche numero: sull'Italia centrale e settentrionale giungeranno isoterme di -1°/-2° alla superficie isobarica di 850 hPa (in quell'occasione corrispondenti a circa 1450 m s.l.m.), a fronte di un valore medio che, ad esempio, sul centro Italia è di circa 6,5°: insomma valori davvero bassi per il periodo. 

Sulla Calabria l'aria fredda arriverà un po' "stemperata": alla quota di 1400 m s.l.m. giungerà una isoterma di +1°/+2°, a fronte di una media del periodo che è di circa 8°, insomma saremo circa 6° sotto la media climatologica, come visibile anche dal grafico riportato di seguito, il cosiddetto diagramma "a spaghetti", che mostra con la linea bianca la temperatura prevista (sempre a 1400 m s.l.m.) e in rosso la media del periodo: come si vede la linea bianca sarà al di sotto di quella rossa da domenica 5 a mercoledì 8 maggio, con un clou dello scostamento nella giornata di lunedì.

 

 

Effetti previsti sul tempo della Calabria

L'aria più fredda irromperà sulla nostra regione a partire da domenica sera apportando anche un moderato peggioramento del tempo nella giornata di lunedì 6 quando si verificheranno piogge sparse un po' su tutto il territorio regionale, con il ritorno della neve sui monti: al momento attuale sono prevedibili nevicate sulle zone montuose a quote superiori a 1300 / 1400 m s.l.m., ma non sono da escludere locali fioccate fino a 1100 /1200 m s.l.m.

Si tratterà, comunque, di un peggioramento alquanto veloce che si esaurirà già a partire dalla serata di lunedì. 

Martedì probabilmente sarà, quindi, una bella ma molto fresca giornata: in particolare il risveglio sulle zone interne potrebbe davvero essere molto frizzante

Solo da mercoledì è previsto un graduale rialzo delle temperature.

Ovviamente, dato, l'ampio intervallo di tempo a cui si riferisce la previsione (superiore ai canonici 3 giorni che noi indichiamo sempre come massimo limite per l'ottenimento di previsioni affidabili), raccomandiamo di seguire i nostri prossimi aggiornamenti per maggiori dettagli sempre su www.meteoINcalabria.it



del: 03-05-2019 - Tags: previsioni, meteo, meteoincalabria, peggioramento, irruzione, freddo, neve, monti