SHARE

Bollettino di guerra calabrese, 5 agosto 2017: superati i 44°!

Questa ondata di aria infuocata di origine africana non solo sembra non avere mai fine (ricordiamo che per una rinfrescata degna di tal nome, probabilmente sarà necessario sopportare pazientemente sino almeno a venerdì 11 agosto 2017), ma di giorno in giorno continua ad intensificarsi raggiungendo dei picchi di calore davvero estremi!

Oggi, 5 agosto 2017, una novità: l'ondata di calore, infatti, dopo aver colpito duramente, nei giorni scorsi, quasi in maniera esclusiva il cosentino, ha pensato di essere ancora più feroce nella provincia bruzia, ma anche di far visita, con i suoi picchi estremi over 40°, sul crotonese e su qualche località del catanzarese e del reggino.

Sempre molto caldo, ma nulla a che vedere con i picchi straordinari raggiunti nelle zone suddette, sul resto della Calabria.

 

Il record di temperatura massima odierno (almeno sino alle 15:40, ora in cui stiamo scrivendo questo articolo) appartiene, ancora una volta (per il terzo giorno consecutivo), a Torano Scalo (CS), località posta a circa 90 m slm lungo l'autostrada A2, nel cuore più interno e caldo della valle del Crati: alle 13:45 sono stati toccati ben 44,2° (stazione meteorologica della rete istituzione Arpacal).

Non è il record storico assoluto, perchè la stessa Torano Scalo toccò addirittura i 44,9° nel luglio del 2007, ma siamo davvero vicinissimi, visto che mancano solo 0,7°!

In ogni caso molte località della stessa valle del Crati oggi hanno superato in scioltezza i 42°/43°, dando pertanto vita a una giornata ancora mediamente più calda rispetto a quella già straordinaria di giovedì 3 agosto (l'articolo dell'epoca è consultabile al seguente link).

Di seguito i valori massimi registrati fino alle ore 15:50 nel cosentino:

Torano Scalo (CS) 90 m slm  --> 44,2° (rete stazione Arpacal)

Rende - fraz. Cancello Magdalone (CS) 173 m slm --> 43,7° (rete meteoincalabria.it)

Luzzi - fraz. Cavoni (CS) 125 m slm --> 43,3° (rete meteoincalabria.it)

Cosenza SUD - piazza Riforma (CS) 240 m slm --> 43,2° (rete meteoincalabria.it)

Rende - fraz. Arcavacata (CS) 281 m slm --> 42,8° (rete meteoincalabria.it)

Castrolibero - fraz. Andreotta (CS) 360 m slm --> 42,8° (rete meteoincalabria.it)

Dipignano - fraz. Laurignano (CS) 350 m slm --> 42,5° (rete meteoincalabria.it)

Cosenza 118 (CS) 305 m slm --> 42° (rete stazione Arpacal)

San Sosti (CS) 391 m slm --> 41,4° (rete stazione Arpacal)

Torano Castello - fraz. Sartano (CS) 250 m slm --> 41,7° (rete meteoincalabria.it)

Cropalati (CS) 377 m slm --> 41,3°(rete stazione Arpacal)

Castrovillari (CS) 229 m slm --> 41,3° (rete stazione Arpacal)

Cosenza città (CS) 240 m slm --> 41,2° (rete stazione Arpacal)

si notino, infine, i NOTEVOLISSIMI 41,2° di Montalto Uffugo (borgo antico) posto a 454 m slm (rete stazione Arpacal) CHE E' RECORD STORICO DELLA STAZIONE (funzionante dal 1989: il precedente record era di 39,9° dell'agosto 2000), e addirittura i 40° di Carolei a ben 622 m slm  (rete meteoincalabria.it) e i 39,6° di San Pietro in Guarano (CS) posta a ben 723 m slm rete stazioni Arpacal.

Per tutte le altre località del cosentino ecco la mappa tratta da meteonetwork.it (clicca per ingrandire e consultare la tua località):

 

Come detto, la novità odierna è che sono stati superati i 40° in maniera più diffusa rispetto a giovedì 3 agosto, anche nel basso crotonese / alto ionio catanzarese:

Sellia Superiore (CZ) 528 m slm --> 42,3° (rete stazione Arpacal)

Botricello (CZ) 69 m slm --> 40,1° (rete stazione Arpacal)

Crotone - fraz. Papanice 160 m slm --> 41,2° (rete stazione Arpacal)

Crotone - fraz. Salica 167 m slm --> 41,1° (rete stazione Arpacal)

notevolissimi anche i 39,4° di Caccuri (KR) a ben 633 m slm, i 39,9° di San Mauro Marchesato (KR) a 268 m slm, i 39,8° di Cutro (KR) a 185 m slm tutte stazioni appartenenti alla rete Arpacal.

Si noti che Crotone città (zona litoranea), risentendo dell'azione mitigatrice della brezza marina ha registrato una massima di 35°, mentre a pochissimi km di distanza, le frazioni Papanice e Salica hanno presentato temperature oltre 6° superiori.

Per tutte le altre località del catanzarese, del crotonese e del vibonese ecco la mappa tratta da meteonetwork.it (clicca per ingrandire e consultare la tua località):

 

Ancora una volta il clou dell'ondata di caldo ha interessato il centro e soprattutto il nord della Calabria: non che nel reggino e nel vibonese abbia fatto fresco, per carità: il caldo anche lì si è avvertito eccome! Ma certamente di intensità minore rispetto a quello cosentino e crotonese. 

Come valore over 40° si segnala solo Platì (RC) (306 m slm) con 40,1°, poi segnaliamo i 38,4° di Antonimina (RC) a 166 m slm, i 38,2° di Bova Superiore - Frana (RC) a 189 m slm, i 38,1° di Stignano (RC) a 401 m slm, tutte stazioni appartenenti alla rete Arpacal.

Per tutte le altre località del reggino e del vibonese ecco la mappa tratta da meteonetwork.it (clicca per ingrandire e consultare la tua località):

 

Dalle mappe postate, infine, si noti come le località litoranee abbiano goduto di temperature decisamente più fresche: tale fatto, ampiamente previsto nelle nostre previsioni di ieri, è causato dalle ristoratrici brezze marine che soffiando (di giorno) dal mare verso l'entroterra, apportano l'aria meno calda che è stata a contatto con le superfici marine.


del: 05-08-2017 - Tags: caldo, africano, 5, agosto, 2017, calabria, valle, crati, torano, scalo, cosenza, rende, crotone, salica, platì, castrovillari, montalto, uffugo, cutro, sellia, san, mauro, marchesato, 44°